Aprire un ecommerce per vendere online Vendere

Aprire un ecommerce [GUIDA COMPLETA]


Voglio aprire un ecommerce ma non so da dove cominciare. Sicuramente sei sulla buona strada, perché hai capito che prima di ogni cosa bisogna informarsi.

Dopo aver letto questa guida avrai le idee più chiare sull’argomento, inoltre la maggior parte dei tuoi dubbi saranno risolti.

Che ne dici di cominciare con un sospiro di sollievo? 🙂

Aprire un e-commerce: cosa c’è da sapere

Aprire un negozio online oggi è diventato molto semplice, pochi click e tutto prende vita. Discorso a parte per gli ecommerce di successo. Un negozio online di successo ha bisogno di una strategia, di tanta dedizione e di tanta pazienza.

Il tempo darà ragione a chi applicherà con costanza la strategia digitale studiata per il proprio sito di ecommerce.

Prima di addentrarti nella lettura di questa guida, devi assolutamente leggere Vendere senza partita iva su internet e Vendere su internet. In questo modo eviterai di tornare sull’argomento o di leggere prematuramente questo post.

Una volta acquisiti e soddisfatti i requisiti legislativi puoi cominciare a rendere viva la tua idea di business online.

Cosa serve per aprire un ecommerce

Idea di business per realizzare un ecommerce

Sembra scontato, ma senza un’idea difficilmente il tuo negozio online potrà prendere vita.

Se non l’hai già fatto, prenditi un momento per te e comincia a delineare la tua idea di business. Scegli cosa vendere: prodotti tipici, abbigliamento, alimentari, etc. Individua il tuo potenziale pubblico, prova a capire a chi vuole acquistare i tuoi prodotti, definisci il tuo target.

Per farti un’idea sul potenziale pubblico del tuo futuro ecommerce ti consiglio di misurare il dato con lo strumento gratuito fornito da Google Adwords: il Keyword Planner. Questo strumento ti fornisce una media di ricerche mensili per le parole chiave da te inserite.

Strumenti per avviare un ecommerce

Per il tuo negozio online non dovrai scrivere righe di codice che non conosci, ma utilizzare un software open source gratuito già pronto all’uso, ovvero un CMS (content management system).

Alcuni nascono prettamente per fare ecommerce, altri, invece, necessitano di un plugin (estensione che aggiunge funzionalità) per funzionare correttamente. Sono molto intuitivi e permettono di configurare un negozio di ecommerce con semplicità.

I più importanti sono:

  • Magento;
  • Prestashop;
  • OpenCart;
  • osCommerce;
  • WordPress + WooCommerce;

Lo sviluppo di tali software è in continua evoluzione. È pertanto possibile scegliere quello più adatto alle proprie esigenze.

Appena hai deciso quale CMS utilizzare, dovrai scegliere il template del sito di ecommerce (lo stile grafico del sito web).

Il template, tema o modello, che utilizzerai è altrettanto importante come lo è l’hosting e la piattaforma utilizzata. È sostanzialmente il vestito che indosserà il tuo negozio online. La sua importanza è da sottolineare poiché sarà l’interfaccia grafica che utilizzerà il tuo potenziale cliente per mettersi in contatto con te.

È necessario scegliere un tema essenziale, dovrà essere innanzitutto intuitivo e immediato. Puoi decidere di acquistarne uno già pronto, oppure farne produrre uno appositamente per il tuo ecommerce.

Logicamente il prezzo varierà notevolmente e dipende essenzialmente da quelle che sono le tue richieste e dalla popolarità dello specialista a cui hai commissionato il progetto. Io ti consiglio assolutamente di dare un’occhiata alla lunga lista di template per ecommerce in vendita su Themeforest. I prezzi sono sempre piuttosto abbordabili, si oscilla tra i 30€ e gli 80€ per tema.

La differenza principale tra l’acquisto di un tema pronto all’uso e l’acquisto di un tema ad hoc è che il primo potranno averlo anche altre persone (per questo motivo il prezzo è piuttosto basso), mentre il secondo è completamente personalizzato ed il più delle volte unico nel suo genere.

Pertanto in base alla tua idea commerciale e al tuo budget, valuta attentamente quale soluzione adottare.

Servizi per avviare un ecommerce

Dopo aver scelto CMS e template, è il momento di affittare lo spazio web e il dominio (www.tuonegozio.it). Questa tipologia di servizio è meglio conosciuto come hosting.

L’hosting è lo spazio virtuale che ospiterà il dominio e i contenuti del tuo sito ecommerce. È davvero importante che questo sia il migliore servizio di hosting in assoluto.

Ovviamente lo spazio per il tuo negozio online professionale non è gratuito. In genere si acquista l’abbonamento annuale che andrà poi di anno in anno rinnovato in base alle proprie esigenze.

A questo punto sceglierai il nome del tuo dominio, ovvero l’indirizzo web raggiungibile dai tuoi futuri clienti.

Le costanti di un’attività di e-commerce

Merce
A meno che tu non decida di aprire un negozio in dropshipping o di vendere prodotti realizzati da te, dovrai acquistare la merce e tenere un inventario sempre aggiornato con tanto di magazzino.

Fornitori
La scelta dei fornitori è essenziale. Non ti fermare al primo che incontri, chiedi preventivi online e contratta sui prezzi. Ricerca innanzitutto fornitori nella tua zona, potrai tenere tutto sotto controllo evitando imprevisti.

Spedizioni
Le spedizioni sono fondamentali. In base alla politica dei prezzi adottata, stringi accordi commerciali con i migliori corrieri nazionali. Ti ricordo che nella maggior parte dei casi i pagamenti dovranno essere evasi a circa 60 giorni, pertanto hai una buon margine di tempo e liquidità per affrontare nel frattempo altre spese. Ma non esagerare o finirai per indebitarti.

La tua strategia digitale per un ecommerce di successo

Marketing per un ecommerce

Occorre dare un’identità ed una strategia alla tua attività di ecommerce online. Devi dare vitalità al tuo brand, in questo modo assocerai un’immagine al tuo negozio online affinché i tuoi clienti possano ricordarti più facilmente.

Categorizzazione
In un negozio fisico dovrai sistemare gli scaffali e addobbare la vetrina. Per il tuo negozio online sarà sufficiente organizzare le categorie per agevolare la ricerca dei prodotti al cliente. Poche ma buone, non esagerare mai con le sotto categorie.

Il cliente deve raggiungere il suo obiettivo al massimo in tre click.

SEO
Acronimo di Search Engine Optimization, ovvero ottimizzazione per i motori di ricerca. Se vuoi che i tuoi clienti trovino il tuo negozio, o i tuoi articoli tra i primi risultati di ricerca per determinate parole chiave, dovrai investire adeguate risorse all’ottimizzazione per i motori di ricerca.

Sì dia il caso che tale ottimizzazione non è un gioco da ragazzi pertanto ti consiglio di affidarti sempre ad un esperto. Puoi chiedermi aiuto attraverso la pagina dei contatti.

Pubblicità
Senza la pubblicità farai fatica a promuovere i tuoi prodotti, soprattutto se la concorrenza nel tuo settore è molto alta. Stabilisci preventivamente il budget da dedicare alle pubblicità nella tua strategia digitale.

Puoi promuovere i prodotti attraverso diverse piattaforme: Google Adwords, Facebook Ads, Twitter Ads, etc.

Social
Un negozio online senza una presenza social è spacciato. Considera di creare le pagine di promozione sui social di maggiore importanza (facebook, google plus, twitter, etc.).

Conclusioni

Con una lettura attenta, i tuoi dubbi cominciano ad assottigliarsi. Sono sicuro che adesso hai le idee più chiare. Sai approssimativamente quali fasi seguire per aprire un ecommerce online.

Prima di avventarti in un investimento oneroso, disegna la tua idea commerciale ed informati sul tuo target. Quando l’idea sarà matura puoi cominciare ad organizzare una strategia digitale.

Le attività di ecommerce sono sensazionali, ma per avere successo occorrono una strategia pianificata e tante competenze.

Ovviamente non è finita qui, perciò seguimi perché approfondirò ogni fase con spunti e indicazioni fondamentali.

Se tutto ciò ti sembra prematuro, puoi appoggiarti ad una piattaforma marketplace che ti permette di iniziare a vendere in poche mosse.

Se ti è piaciuto questo articolo clicca su +1 di google e lascia un commento, sarò felice di risponderti!

 

Sapevi che...

chi partecipa attivamente ad una discussione o apprezza palesemente un contenuto (lasciando un commento o condividendo un articolo), allunga sensibilmente la durata della propria vita?

Lascia un commento

Il primo commento è il più importante. Fa' che sia il tuo!

Notificami
avatar
wpDiscuz